Regolamento

Scarica il regolamento in PDF  

Art. 1 ORGANIZZAZIONE
L’Associazione Sportiva Dilettantistica “ACCADEMIA RIMINICALCIO VB” indice ed organizza un Torneo di calcio a carattere Nazionale, con la partecipazione di Squadre Professionistiche, denominato: 10° TORNEO NAZIONALE ACCADEMIA RIMINICALCIO CITTÀ DI RIMINI - TROFEO “CITTÀ DI RIMINI”, in collaborazione con la F.I.G.C. comitato di Rimini e con il Patrocinio del Comune di Rimini e della Provincia di Rimini, che si disputerà dal 27/05/2022 al 29/05/2022 (come da calendario allegato) presso i Centri Sportivi di Sant’Ermete, Torre Pedrera, Ina Casa, Rivazzurra, Viserba e Stadio Comunale “Romeo Neri” di Rimini sede delle premiazioni finali.
Art. 2 CATEGORIA DI PARTECIPAZIONE E LIMITI DI ETA’
Il torneo è riservato ai calciatori appartenenti alla categoria ESORDIENTI MISTI, nati dal 01/01/2009 al 31/12/2010, regolarmente tesserati F.I.G.C. con la propria Società per la stagione in corso. È possibile utilizzare calciatori nati nel 2011 che abbiano compiuto anagraficamente il 10° anno di età.
Le Società Professionistiche parteciperanno in deroga con atleti nati nel 2010
Art. 3 PRESTITI
Non sono consentiti prestiti.
Art. 4 ELENCHI GIOCATORI
Le Società partecipanti dovranno presentare all’Organizzazione del Torneo, prima del suo inizio, l’elenco dei calciatori che intendono utilizzare, fino ad un massimo di n.36 calciatori. Dopo l’avvenuta consegna è proibito apportare modifiche a tali elenchi. Nella distinta da presentare all’Arbitro prima dell’inizio della gara devono essere obbligatoriamente indicati minimo 16 giocatori fino ad un massimo di 18 giocatori.
Art. 5 SOSTITUZIONI
Le sostituzioni saranno effettuate nel pieno rispetto delle norme di cui al C.U. N°1 del S.G.S. Roma: tutti i giocatori in distinta dovranno giocare almeno un tempo dei primi due, pertanto al termine del 1° tempo dovranno essere effettuate obbligatoriamente tutte le sostituzioni ed i nuovi entrati non potranno più essere sostituiti fino al termine del 2° tempo tranne che per validi motivi di salute. Nel 3° tempo potranno essere effettuate le sostituzioni con il sistema dei “cambi liberi”.
Art. 6 SOCIETA’ PARTECIPANTI
AC MILAN, AS ROMA, BOLOGNA FC, EMPOLI FC, TORINO FC, US SASSUOLO, CESENA FC, VIS PESARO 1989, SAN MARINO ACADEMY, FC FORLÌ, ACD BASTIA 1924, SSD VIRTUS JUNIOR NAPOLI, ASD OSTIANTICA CALCIO 1926, ASD ATLETICO SPM CALCIO, SSDARL BIAGIO NAZZARO, USAV PISAURUM, NEW ACADEMY, ASD ACCADEMIA RIMINICALCIO VB.
Art. 7 FORMULA DEL TORNEO
Il torneo si svolgerà seguendo la seguente formula e modalità di qualificazione:
1^ fase, le Società partecipanti saranno suddivise in n.6 gironi da n.3 squadre ciascuno che si incontreranno tra loro con gare di sola andata.
2^ fase e 3^ fase, le squadre piazzatesi al 1° posto dei rispettivi gironi di 1^ fase insieme alle due migliori seconde classificate, formeranno ulteriori n.2 gironi denominati ORO di n.4 squadre ciascuno con gare di sola andata. Al termine dei gironi di seconda fase le prime e seconde incrociate si incontreranno con gare di semifinale e finale per determinare le prime posizioni della classifica finale mentre le squadre piazzatesi al terzo e quarto posto dei rispettivi gironi di seconda fase, si incontreranno con gare di semifinale e finale per determinare le posizioni dal quinto all’ottavo posto della classifica finale.
Le restanti seconde classificate insieme alle terze classificate di 1^ fase formeranno n.2 gironi da n.5 squadre denominati ARGENTO che si incontreranno con gare di sola andata. Al termine dei gironi di 2^ fase le squadre pari classificate si incontreranno in gare a scontro diretto per determinare le posizioni dal nono al diciottesimo posto.
Art. 8 CLASSIFICHE
Le classifiche saranno redatte in base ai seguenti criteri:
3 punti per la vittoria; 1 punto per il pareggio; 0 punti in caso di sconfitta.
Non è previsto gioco tecnico da disputarsi prima delle gare.
Nelle partite di 3^ fase a scontro diretto (semifinale e finale) in caso di parità al termine dei tempi regolamentari siprocederà all’esecuzione dei calci di rigore come previsto nell’articolo n.10.
Regola Fair Play: minimo 16 giocatori in distinta per ciascuna gara e sostituzioni regolari. La squadra che non rispetta tale regola verrà penalizzata di -3 punti sull’esito della relativa gara disputata. Resta invariato il risultato finale della gara come da referto arbitrale.
Al termine dei gironi di 1^ e 2^ fase in caso di parità di punteggio valgono i criteri in ordine elencati:
1) È in vantaggio chi ha rispettato la regola Fair Play in tutte le gare disputate non subendo penalizzazioni.
2) È in vantaggio chi ha subito meno penalizzazioni in tutte le gare disputate.
3) Esito degli incontri diretti.
4) È in vantaggio chi ha il maggior numero di giocatori in distinta negli incontri diretti.
5) È in vantaggio chi ha utilizzato il maggior numero di giocatori in distinta negli incontri disputati nel girone.
6) Differenza reti negli incontri diretti fra le squadre a parità di punti.
7) Differenza reti sul totale degli incontri disputati nel girone.
8) Maggior numero di reti segnate sul totale degli incontri disputati nel girone.
9) È in vantaggio chi ha utilizzato il giocatore più giovane in distinta in tutte le gare disputate.
10) Sorteggio.
Art. 9 TEMPI DI GARA, DI ATTESA E SVOLGIMENTO
Le gare si svolgeranno in n.3 tempi della durata di 15 minuti ciascuno. Le partite si giocano 9vs9 su campi di dimensioni ridotte con porte ridotte 6x2 ed utilizzo di palloni n.4. Le società partecipanti hanno l’obbligo di presentarsi sul campo di gioco all’ora esatta di inizio gara come da programma partite. Se tale termine non verrà rispettato non ci sarà tempo di attesa e verrà decretata la sconfitta per 3 a 0 alla squadra ritardataria o assente.
Art. 10 CALCI DI RIGORE
Nelle partite di finale e semifinale, in caso di parità al termine dei tempi regolamentari si procederà all’esecuzione dei calci di rigore con le modalità stabilite dalla regola n.14 delle regole di gioco e delle decisioni ufficiali.
Art. 11 TEMPI SUPPLEMENTARI
Non sono previsti. Nelle partite di finale e semifinale, persistendo parità al termine dei tempi regolamentari, per stabilire la vincente si procederà all’esecuzione dei calci di rigore come all’art.10.
Art. 12 ARBITRI
Le partite saranno arbitrate da Tecnici o Dirigenti regolarmente tesserati dalla FIGC messi a disposizione dall’Organizzazione del Torneo. In ogni caso i rapporti gara con allegate le distinte dei giocatori saranno trasmesse al Comitato di competenza nei termini previsti per la necessaria visione del Giudice Sportivo.
Art. 13 DISCIPLINA DEL TORNEO
La disciplina del torneo viene affidata al Giudice Sportivo titolare o supplente del Comitato di competenza.
Art. 14 AUTOMATISMO DELLE SANZIONI
Il Codice di Giustizia Sportiva non prevede l’automatismo delle sanzioni per la categoria Esordienti che, pertanto dovranno soggiacere ai provvedimenti del Giudice Sportivo.
Art. 15 RECLAMI
Eventuali reclami dovranno essere presentati entro 30 minuti dalla fine della gara accompagnati dalla tassa di € 52,00 (cinquantadue euro); copia del reclamo dovrà essere consegnata alla controparte sempre nei termini di 30 minuti.
Art. 16 ASSICURAZIONE
È responsabilità di ogni Società partecipante assicurare ai propri giocatori la copertura assicurativa. L’Organizzazione del Torneo è responsabile della regolarità della copertura assicurativa.
Art. 17 NORME GENERALI
Per quanto non previsto dal presente regolamento, valgono le disposizioni dei regolamenti federali in quanto compatibili, e quelle riportate sul Comunicato Ufficiale N°1 del Settore Giovanile e Scolastico relativo alla stagione sportiva in corso.
  Responsabile Organizzativo
Marco Leardini
333 3348266 - leardinimarco@alice.it
 

REGOLAMENTO TECNICO DI GIOCO CATEGORIA ESORDIENTI MISTI 2009/2010

SONO RICHIESTI I TESSERINI F.I.G.C. PER IL RICONOSCIMENTO DA EFFETTUARSI PRIMA DI CIASCUNA GARA.

RISULTATO DELLE GARE: È determinato dalla somma delle reti realizzate nei 3 tempi di gioco.

TEMPI DI GARA: 3 tempi della durata di 15 minuti ciascuno, partite 9vs9, campi di dimensioni ridotte 70x48 metri, porte 6x2, palloni n°4.

CALCI DI RIGORE: Sono consentiti in gara, distanza dischetto di rigore 9 metri. Solo nelle partite di finale e semifinale in caso di parità al termine dei tempi regolamentari si procederà all’esecuzione dei calci di rigore che possono essere tirati/parati da tutti i giocatori in elenco.

CALCIO DI PUNIZIONE: Calcio diretto o indiretto con barriera a 7 metri.

ESPULSIONE: È prevista l’espulsione dal campo per comportamenti particolarmente gravi; è ammessa la sostituzione del calciatore espulso nei tempi di gioco successivi a quello in cui è avvenuta l’espulsione. Non è previsto automatismo delle sanzioni nella categoria Esordienti.

RIMESSE LATERALI: Possono essere effettuate solo con le mani.

FUORIGIOCO: Previsto solo negli ultimi 13 metri dalla linea di fondo campo.

RETROPASSAGGIO CON I PIEDI AL PORTIERE: Al portiere non è consentito ricevere il retropassaggio con le mani.

RIMESSA DA FONDO CAMPO: Si effettua con palla a terra all’interno dell’area di rigore.

ZONA DI "NO PRESSING": In occasione della rimessa da fondo campo non è permesso ai giocatori della squadra avversaria superare la linea determinata dal limite dell’area di rigore (13 metri) e dal suo prolungamento fino alla linea laterale, permettendo di far giocare la palla sui lati al di fuori dell’area di rigore. Il gioco comincia normalmente quando il giocatore riceve la palla. È chiaro che nell’etica della norma i giocatori avversari dovranno comunque permettere lo sviluppo iniziale del gioco, evitando di andare velocemente in pressione appena effettuata la rimessa in gioco.

RILANCIO DEL PORTIERE: In qualsiasi fase di gioco è opportuno che i rilanci del portiere, sia con le mani che con i piedi, non superino direttamente la metà campo in modo sistematico al fine di permettere lo sviluppo iniziale del gioco con palla a terra.

REGOLA "FAIR PLAY": minimo 16 giocatori in distinta per ciascuna gara e sostituzioni regolari. La squadra che non rispetta tale regola verrà penalizzata di -3 punti sull’esito della relativa gara disputata. Resta invariato il risultato finale della gara come da referto arbitrale. In caso di infortunio/malattia di un giocatore, il mancato rispetto del numero minimo previsto dal regolamento non comporterà penalità qualora la squadra stessa abbia rispettato tale norma nelle gare precedenti.

CLASSIFICHE: In caso di parità di punteggio valgono i criteri elencati nel regolamento riferiti solo ed esclusivamente alla fase in questione.

ABBIGLIAMENTO: sono obbligatori parastinchi e scarpe con suola in gomma (non sono ammessi tacchetti in alluminio).


Scarica il regolamento in PDF  


 
A.S.D. Accademia Riminicalcio VB
Scuola Calcio Ufficiale Rimini Football Club
Scuola Calcio Èlite
Via Oliveti 60 - 47924 Rimini (RN)
+39 338 9138512
www.accademiariminicalciovb.it
info@accademiariminicalciovb.it
memorial@accademiariminicalciovb.it
eventi@accademiariminicalciovb.it
asdaccademiariminicalciovb@pec.rimini.com
Facebook: ACCADEMIA RIMINICALCIO VB
YouTube: ACCADEMIA RIMINICALCIO VB
Instagram: ACCADEMIA RIMINICALCIO VB